Fondazione Pfizer

Fondazione Pfizer Page
Chi siamo

Fondazione Pfizer è un’entità indipendente e organizzativamente autonoma costituita da Pfizer il 20 febbraio 2002, con la finalità di contribuire fattivamente alla crescita della cultura e della conoscenza scientifica in Italia.

Mission

Fondazione Pfizer intende concorrere al progresso scientifico e sociale del Paese attraverso la diffusione della cultura della scienza e della conoscenza presso cittadini, medici e Istituzioni, trasferendo alla collettività un patrimonio di eccellenze.

Fondazione Pfizer si propone, in partnership con enti e Istituzioni attivi sul territorio italiano, di sostenere progetti che contribuiscano all’evoluzione del Servizio sanitario e al potenziamento del benessere del cittadino, in quanto soggetto protagonista e responsabile della propria salute e della qualità della sua vita.

Progetti con forte innovazione scientifica, in grado di andare oltre le singole aree terapeutiche o di business a rilevanza sociale e sanitaria, e di puntare a nuovi traguardi evolutivi che siano volano per lo sviluppo del Paese e dei suoi cittadini.

Aree d’azione

La Fondazione sostiene le attività atte a sviluppare approcci innovativi capaci di migliorare il Servizio sanitario e la sua sostenibilità da un punto di vista organizzativo, sociale, economico e le iniziative volte a promuovere la salute e il benessere dei cittadini, con particolare attenzione ai soggetti deboli.

Fondazione Pfizer crede nella educazione e nella crescita delle nuove generazioni come premessa fondamentale per un futuro di salute e benessere a beneficio di tutta la società. In quest’ottica destina parte delle risorse allo sviluppo di iniziative finalizzate alla formazione dei giovani, soprattutto per quanto riguarda l’educazione agli stili di vita e l’alfabetizzazione scientifica.

Il D.lgs. 231/2001 e il Modello di Organizzazione, Gestione e Controllo

Il D.lgs. 8 giugno 2001, n. 231 ("Decreto"), avente ad oggetto la “Disciplina della responsabilità amministrativa delle persone giuridiche, delle società e delle associazioni anche prive di personalità giuridica” ha introdotto nell’ordinamento giuridico italiano un sistema di responsabilità amministrativa degli Enti, per alcuni reati, commessi nell’interesse o a vantaggio dell’Ente stesso.

Il Decreto riconosce, a determinate condizioni, un'efficacia esimente della responsabilità amministrativa dipendente da reato dell'Ente ai Modelli Organizzativi ("Modelli") correttamente elaborati, adottati e costantemente aggiornati.

Il Modello si sostanzia in un insieme di protocolli, volti a definire e regolare la struttura aziendale e la gestione dei suoi processi sensibili anche al fine di prevenire il rischio di commissione di reati.

Il Modello Organizzativo della Fondazione Pfizer

Fondazione Pfizer, sin dalla propria costituzione ha adottato un proprio Modello Organizzativo, con lo scopo di dotarsi di un sistema strutturato e organico di principi guida, procedure operative e altri specifici presidi, ispirato a criteri di sana gestione aziendale e volto, tra l’altro, a prevenire la commissione dei reati previsti dal Decreto.

Fondazione Pfizer, in un’ottica di continuo miglioramento del proprio sistema di controllo, provvede al costante aggiornamento del Modello in occasione di mutamenti degli assetti organizzativi o dei processi operativi, dell'intervento di modifiche legislative, ovvero ogni qualvolta sia ritenuto indispensabile per migliorare l'adeguatezza preventiva del sistema di controllo aziendale. 

Il Modello di Fondazione Pfizer si compone dei seguenti documenti:

Il documento di sintesi (a sua volta suddiviso in una Parte Generale corredata di due allegati - Allegato A che contiene la descrizione di tutti i reati presupposto previsti dal Decreto e Allegato B che contiene la descrizione delle fattispecie di reato ritenute rilevanti a seguito dell'attività di risk assessment, con l'esemplificazione delle relative modalità commissive - ed una Parte Speciale);

Il documento che disciplina i compiti dell'organismo di vigilanza;

Il codice etico;

Il sistema disciplinare.
La parte speciale del documento di sintesi si suddivide in quattro parti.
La parte Speciale A è stata costruita seguendo il c.d. "approccio per aree a rischio" e contiene, pertanto, tante sezioni per ognuna delle aree ritenute a rischio reato, la specifica indicazione delle attività c.d. "sensibili" che vengono effettuate nell'ambito di tali aree di attività aziendale, nonché di tutte le categorie di reato ritenute applicabili.
Le parti speciali residuali riguardano i reati in materia Ambientale, in materia di Salute e sicurezza sul Lavoro e Reati Societari.


I canali di comunicazione

Tutti i Terzi Destinatari, ove interessati, potranno indirizzare le richieste di informazioni sul Modello di Fondazione Pfizer, o eventuali segnalazioni, utilizzando i seguenti canali di comunicazione:

Organismo di Vigilanza, Fondazione Pfizer Via Valbondione, 113, 00188 Roma, oppure all'indirizzo di posta elettronica:
[email protected]