Sorry, you need to enable JavaScript to visit this website.

Sano Chi Sa - Un Progetto per la salute e il benessere dei giovani

  • PROGETTO
    Sano Chi Sa

  • OBIETTIVO
    Promuovere stili di vita corretti nelle scuole

  • A CHI SI RIVOLGE
    Scuole Secondarie di primo grado e scuole Primarie del Lazio

  • PROMOTORE
    Regione Lazio - Area Promozione della salute e Prevenzione
    Direzione Salute e Integrazione Sociosanitaria

 

TEMPO DI LETTURA: 3’

#prevenzione #alimentazione #benessere #futuro #giovani #crescita #scuole

 

SANO CHI SA

Benessere psico-fisico e alimentare tra i banchi di scuola.

Fondazione Pfizer ha supportato un progetto della Regione Lazio, giunto ormai alla sua quarta edizione, che entra nelle scuole per insegnare una materia nuova, capace di far stare bene.
Un percorso educativo, pensato per i più giovani, dedicato al benessere alimentare e fisico che integra nel suo programma di formazione, l’acquisizione di una consapevolezza riguardo l’influenza che mass media possono avere sullo stile di vita dei ragazzi.

 

PERCHÉ: CRESCERE SANI

Le abitudini alimentari acquisite da bambini vengono, più facilmente, mantenute nel tempo.

Per un bambino in età scolare, avere uno stile di vita sano, che include una corretta alimentazione e adeguata attività fisica, è essenziale per una crescita armonica e ottimale. Mangiare tutti i giorni quello di cui il nostro organismo ha bisogno, muoversi e non farsi condizionare dai diversi messaggi mediatici che invitano a comportamenti poco salutari, sono un grandissimo aiuto per mantenersi forti, agili e attivi. Per questo è importante insegnare ai ragazzi, fin da piccoli, abitudini corrette che si porteranno dietro anche nell’età adulta e che condizioneranno, in positivo, la loro salute, anche da grandi.

 

PROGRAMMA: A LEZIONE DI BENESSERE

Il format del progetto, inserito nel Piano Regionale della Prevenzione, prevede:

  • La formazione dei docenti: una giornata tenuta dagli operatori sanitari, per monitorare e supportare le attività del progetto.
  • Attività in aula con studenti: circa 10 ore vengono dedicate alla realizzazione dell’intervento in classe sui contenuti portanti del progetto.
  • Un questionario di verifica sull’apprendimento: i ragazzi rispondono a domande riguardo i corretti stili di vita

Al termine delle attività didattiche gli studenti vengono coinvolti in un concorso a premi (diverso per ogni edizione), che li invita a realizzare lavori creativi in gruppo o singolarmente, in sintonia con le tematiche trattate in aula.

 

PAROLA AGLI STUDENTI

Ogni anno, al termine delle attività didattiche di “Sano Chi Sa”, viene distribuito agli studenti coinvolti un questionario sulla percezione del proprio stato di salute e sui comportamenti collegati agli stili di vita: alimentazione, attività fisica, gestione del tempo libero e utilizzo di media e dispositivi elettronici.
Di seguito una panoramica riferita all’ultima edizione, tendenzialmente in linea con quelle precedenti.

Abitudini Alimentari
Uno studente su cinque dichiara di non fare mai colazione nei giorni di scuola.
Il consumo di frutta e verdura è molto modesto.
Uno studente su quattro afferma di assumere sistematicamente dolci.

Una criticità è sicuramente legata allo scarso consumo di acqua: gli adolescenti dovrebbero bere circa due litri di acqua al giorno, il 73,8% degli studenti intervistati si colloca sotto questa soglia.

Attività Fisica
Il 95% degli studenti afferma di svolgere attività fisica per 60 minuti giornalieri almeno una volta la settimana.
Sei ragazzi su dieci fanno attività fisica da 3 a 6 giorni a settimana.

Influenza dei Mass Media
Il 75% afferma di utilizzare app di messaggistica come whatsapp per lo scambio di notizie.
Il 51% afferma di utilizzare per più di due ore al giorno, nei fine settimana, dispositivi elettronici per attività connesse con la vita quotidiana.
Il 69,1% degli studenti dichiara di guardare la TV, film, serie o video online per due o più ore al giorno nei week-end.

 

GLOSSARIO

  • App: applicazione per apparecchi elettronici tipo PC, tablet PC, smartphone.
  • Mass Media: insieme dei mezzi per diffondere e divulgare messaggi di diverso valore al pubblico.
  • Prevenzione: tentativo di evitare la comparsa di una malattia, o di una sua specifica manifestazione.