Salute dalla A alla Z

Contatti Page
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V X Y Z
Haemophilus influenzae

Batterio Gram-negativo provoca infezioni a carico di naso e gola, delle quali tuttavia non è l'agente scatenante. Il tipo B, quello più virulento, in soggetti deboli come i bambini può causare pericolose otiti e meningiti. La terapia è sempre antibiotica, anche se alcuni ceppi di Haemophilus sono ormai in grado di sviluppare resistenza. Per il tipo B esiste la possibilità di vaccinazione.

HDL

Sigla che indica il colesterolo cosiddetto ""buono"", derivata dal termine inglese High-Density Lipoproteins (proteine ad alta densità). Le HDL sono speciali proteine presenti nel sangue che hanno il compito di trasportare i grassi e il colesterolo e che sono dette per questo lipoproteine. Alte concentrazioni di HDL sembrano proteggere da patologie quali arteriosclerosi e cardiopatie, in quanto si legano a maggiori quantità di lipidi che quindi non si accumulano nel sangue.

HDL

Sigla che indica il colesterolo cosiddetto ""buono"", derivata dal termine inglese High-Density Lipoproteins (proteine ad alta densità). Le HDL sono speciali proteine presenti nel sangue che hanno il compito di trasportare i grassi e il colesterolo e che sono dette per questo lipoproteine. Alte concentrazioni di HDL sembrano proteggere da patologie quali arteriosclerosi e cardiopatie, in quanto si legano a maggiori quantità di lipidi che quindi non si accumulano nel sangue.

Helicobacter pylori

Batterio Gram-negativo presente nello stomaco e ritenuto l'agente responsabile dell'ulcera peptica. La ricerca veniva effettuata un tempo mediante biopsia endoscopica, ma attualmente è possibile optare per esami sicuri e non invasivi, come ad esempio l'urea breath test. In caso di esito positivo, la terapia prevede la somministrazione di antibiotici. Sono in corso diversi studi volti ad accertare il coinvolgimento dell'Helicobacter pylori in patologie quali linfoma e carcinoma dello stomaco.

Helicobacter pylori

Batterio Gram-negativo presente nello stomaco e ritenuto l'agente responsabile dell'ulcera peptica. La ricerca veniva effettuata un tempo mediante biopsia endoscopica, ma attualmente è possibile optare per esami sicuri e non invasivi, come ad esempio l'urea breath test. In caso di esito positivo, la terapia prevede la somministrazione di antibiotici. Sono in corso diversi studi volti ad accertare il coinvolgimento dell'Helicobacter pylori in patologie quali linfoma e carcinoma dello stomaco.

Herpes

"Famiglia di virus responsabili di patologie cutanee che si manifestano con piccole e numerose vesciche piene di liquido chiaro. Del gruppo fanno parte l'Herpes simplex, presente in due varianti, e l'Herpes zoster.

Herpes genitale

Malattia a trasmissione prevalentemente sessuale causata dal virus Herpes simplex di tipo 2. Si manifesta con gruppi di piccole vesciche sulla pelle degli organi genitali sia maschili sia femminili, precedute da prurito anche molto intenso. La guarigione avviene nell'arco di dieci giorni, durante i quali le vesciche si rompono e si trasformano progressivamente in croste. Al manifestarsi dei primi sintomi occorre iniziare una terapia basata sull'acyclovir, un antivirale disponibile in pomate o compresse. L'herpes genitale è una patologia recidivante, in quanto il virus può non venire del tutto debellato e rimanere silente all'interno dei gangli nervosi, riattivandosi anche a distanza di diversi anni. La ricomparsa dell'infiammazione è spesso associata a un indebolimento delle difese immunitarie dell'organismo, dovuta a situazioni di stress intenso, sia fisico sia psicologico.

Herpes genitale

Malattia a trasmissione prevalentemente sessuale causata dal virus Herpes simplex di tipo 2. Si manifesta con gruppi di piccole vesciche sulla pelle degli organi genitali sia maschili sia femminili, precedute da prurito anche molto intenso. La guarigione avviene nell'arco di dieci giorni, durante i quali le vesciche si rompono e si trasformano progressivamente in croste. Al manifestarsi dei primi sintomi occorre iniziare una terapia basata sull'acyclovir, un antivirale disponibile in pomate o compresse. L'herpes genitale è una patologia recidivante, in quanto il virus può non venire del tutto debellato e rimanere silente all'interno dei gangli nervosi, riattivandosi anche a distanza di diversi anni. La ricomparsa dell'infiammazione è spesso associata a un indebolimento delle difese immunitarie dell'organismo, dovuta a situazioni di stress intenso, sia fisico sia psicologico.

Herpes gestationis

Patologia che può manifestarsi durante la gravidanza, caratterizzata dalla comparsa di minuscole bolle sulla pelle dell'addome che ricordano quelle tipiche delle infezioni da Herpesvirus. Nonostante questo non si tratta di una malattia virale, anche se sintomi e segni sono del tutto simili (prurito ed eruzione cutanea), ma probabilmente di origine autoimmunitaria.

Herpes gestationis

Patologia che può manifestarsi durante la gravidanza, caratterizzata dalla comparsa di minuscole bolle sulla pelle dell'addome che ricordano quelle tipiche delle infezioni da Herpesvirus. Nonostante questo non si tratta di una malattia virale, anche se sintomi e segni sono del tutto simili (prurito ed eruzione cutanea), ma probabilmente di origine autoimmunitaria.

Herpes simplex

Eruzione cutanea caratterizzata da piccole e numerose vescicole purulente, quasi sempre vicino alle labbra. è una malattia virale causata dall'omonimo virus nella variante 1, in presenza di fattori scatenanti quali stress fisico o mentale, inizio delle mestruazioni o situazioni di depressione immunitaria. Le vesciche sono precedute da arrossamento e prurito della zona colpita e in seguito si trasformano in ulcere dolorose e infine in croste di colore giallastro. La terapia si basa sull'acyclovir in pomata da applicare sulla lesione, ma deve essere tempestiva in quanto il farmaco risulta inefficace sulle vesciche già completamente formate. In questi casi occorre somministrare un antibiotico che agisca su eventuali contaminazioni batteriche. Una volta guarita, l'infezione può ripresentarsi anche a distanza di anni, poiché il virus rimane annidato nei gangli nervosi in attesa di condizioni favorevoli a un nuovo sviluppo." Herpes tricofitico,"Lesione cutanea che ricorda quelle provocate dagli Herpesvirus, indotta da funghi (miceti) dei generi Trichophyton e Microsporum. Altre denominazioni della patologia sono ""herpes circinato"" e ""tricofizia delle parti glabre"", perché colpisce gli strati della pelle cheratinizzati ma privi di peli.

Herpes simplex

Eruzione cutanea caratterizzata da piccole e numerose vescicole purulente, quasi sempre vicino alle labbra. è una malattia virale causata dall'omonimo virus nella variante 1, in presenza di fattori scatenanti quali stress fisico o mentale, inizio delle mestruazioni o situazioni di depressione immunitaria. Le vesciche sono precedute da arrossamento e prurito della zona colpita e in seguito si trasformano in ulcere dolorose e infine in croste di colore giallastro. La terapia si basa sull'acyclovir in pomata da applicare sulla lesione, ma deve essere tempestiva in quanto il farmaco risulta inefficace sulle vesciche già completamente formate. In questi casi occorre somministrare un antibiotico che agisca su eventuali contaminazioni batteriche. Una volta guarita, l'infezione può ripresentarsi anche a distanza di anni, poiché il virus rimane annidato nei gangli nervosi in attesa di condizioni favorevoli a un nuovo sviluppo.

Herpes zoster

"Patologia infettiva acuta causata dallo stesso virus responsabile della varicella e conosciuta anche con il nome di ""fuoco di Sant'Antonio"". Il virus può essere presente nell'organismo ma rimanere silente anche per anni, annidandosi nei gangli nervosi in attesa di un fattore scatenante. Si manifesta con un'eruzione cutanea caratterizzata da grappoli di vesciche lungo il percorso del nervo e su un solo lato del corpo nei giorni immediatamente precedenti, il paziente può avvertire una sensazione di malessere o dolore. Nell'arco di due settimane le vesciche si trasformano in croste e scompaiono, ma il dolore può persistere a lungo (anche mesi). Un caso di herpes zoster particolarmente delicato è quello che interessa la radice del trigemino, che può provocare lesioni alla cornea. La terapia si basa sulla somministrazione di acyclovir, che per essere davvero efficace deve tuttavia essere attuata prima possibile. In genere vengono prescritti anche antidolorifici per calmare la nevralgia.

HIV

Dall'inglese Human Immunodeficiency Virus, è la sigla che indica il virus responsabile della sindrome da immunodeficienza acquisita (AIDS). Se ne conoscono due varianti dagli effetti identici (HIV 1 e HIV 2) e appartiene alla classe dei retrovirus. I retrovirus sono virus a RNA che grazie a un particolare enzima, la trascrittasi inversa, sono in grado di sintetizzare una catena di DNA a partire dal loro genoma a RNA. L'HIV colpisce preferenzialmente i linfociti T di tipo CD4, particolari cellule del sistema immunitario. Una volta attaccato dall'HIV, il sistema immunitario dell'organismo si indebolisce progressivamente e la reazione contro virus, batteri e microrganismi in generale è sempre meno efficace, fino a scomparire del tutto. Il virus HIV risiede nei liquidi corporei (in particolare sangue, sperma e secrezioni vaginali) e si trasmette per via ematica, per via sessuale e dalla madre al figlio durante la gravidanza.

Holter, monitoraggio

Abbreviazione per ECG secondo Holter. Si tratta di una tecnica di registrazione elettrocardiografica continua delle 24 ore, effettuabile anche a domicilio, molto utile perché permette di identificare anomalie dell'elettrocardiogramma importanti ma saltuarie che non sarebbero identificabili con un ECG convenzionale di durata molto più breve (aritmie parossistiche, extrasistoli).

HTLV III

Sigla derivata dall'inglese Human T-cell Lymphotropic Virus III, prima denominazione del virus responsabile dell'AIDS (HIV).

Hydramnios

Eccessiva dilatazione dell'utero causata dalla presenza di grandi quantità di liquido amniotico. Può manifestarsi a partire dal quinto mese di gravidanza e viene rivelato dall'ecografia particolarmente soggette all'hydramnios sono le gravidanze gemellari. L'utero troppo dilatato può essere causa di edema, disturbi respiratori e vene varicose.