Salute dalla A alla Z

Contatti Page
A B C D E F G H I J K L M N O P Q R S T U V X Y Z
Disvitaminosi

Malattie dovute a un apporto vitaminico insufficiente, a causa sia di carenze alimentari che di disfunzioni organiche. Le forme più conosciute, oggi molto rare nel mondo occidentale, sono la pellagra e il rachitismo.

Dito a martello

Alterazione a carico delle dita dei piedi, che assumono un'anomala flessione ad angolo retto. è spesso associata ad alluce valgo o artrosi, ma può anche comparire in seguito all'uso prolungato di scarpe troppo strette in punta. Richiede in genere un intervento chirurgico correttivo in quanto può compromettere la deambulazione.

Diuresi

Meccanismo fisiologico di eliminazione dell'urina. La quantità di urina emessa nel corso di una giornata dipende da vari fattori, quali condizioni dei reni, quantità di liquidi introdotti, età, temperatura e umidità ambientali.

Diuretici

Farmaci che aumentano la formazione e l'eliminazione di urina. Sono usati soprattutto nel trattamento dell'ipertensione arteriosa, dello scompenso cardiaco e di numerose patologie renali. La loro somministrazione deve però avvenire sotto controllo medico perché presentano numerosi effetti collaterali, quali la perdita di sali minerali (potassio e magnesio), debolezza, crampi muscolari, vertigini, disidratazione.

Diverticolite

Infiammazione dei diverticoli del colon. Tale condizione può dare vita ad ascessi o, nei casi più gravi, a perforazione intestinale e a peritonite. Il trattamento prevede la somministrazione di antibiotici e, una volta cessata l'infiammazione, un intervento chirurgico di rimozione dei diverticoli.

Diverticolo di Meckel

Residuo del cordone ombelicale che congiunge l'ileo all'ombelico. è

Diverticolosi della colecisti

Detta anche adenomiomatosi della colecisti, è una patologia che consiste nella formazione di numerose invaginazioni della mucosa nella parete della colecisti. I sintomi sono uguali a quelli della colecistite cronica: dolori, difficoltà digestive, meteorismo e intolleranze alimentari ai cibi grassi. La diagnosi si ottiene con la colecistografia     la terapia è chirurgica.

DNA

Sigla indicante l'acido desossiribonucleico, responsabile di conservare e trasmettere l'informazione genetica. Nelle cellule eucariotiche, il DNA è contenuto nel nucleo cellulare, dove rappresenta il più importante elemento costituente dei cromosomi. Il DNA è un polimero la cui catena è costituita da una successione di gruppi formati dallo zucchero desossiribosio, dall'acido fosforico e da una tra quattro possibili basi azotate (adenina, guanina, timina e citosina). Nella maggior parte degli organismi, ad eccezione di alcuni virus, una molecola di DNA è in realtà composta da due di tali catene, avvolte a spirale e collegate da legami chimici trasversali (struttura a doppia elica). è la specifica sequenza delle basi contenute nelle catene a determinare l'informazione genetica che verrà trasmessa alle cellule e organismi discendenti. Durante il processo di sintesi proteica, tale sequenza viene ""letta"" e ""tradotta"" in una sequenza corrispondente di amminoacidi, le molecole costituenti le proteine, che sono i mattoni principali di cui è fatta la materia vivente.

DNA ricombinante

DNA che viene prodotto attraverso la ricombinazione molecolare in vitro, una sorta di processo ""taglia e cuci"", di materiale genetico provenienti da organismi diversi o da diversi cromosomi dello stesso organismo. Le tecniche del DNA ricombinante consentono per esempio l'inserimento di determinate sequenze geniche all'interno di microrganismi: viene così alterata la loro capacità di sintesi proteica al fine di ottenere la produzione delle molecole desiderate. In questo modo è stato possibile ottenere ormone della crescita o insulina di sintesi, con un elevato grado di purezza e a costi relativamente contenuti.

Docetaxel

Farmaco chemioterapico utilizzato nel trattamento dei tumori della mammella in fase avanzata o che presentano metastasi.

Dolcificanti artificiali

Sostanze sintetiche che hanno la stessa capacità dello zucchero di conferire a cibi e bevande un sapore dolce, ma hanno un valore nutrizionale e un apporto calorico inferiore. Comprendono la saccarina, l'aspartame e il ciclamato e possono essere utilizzati in caso di diabete mellito e obesità o dalle persone che seguono regimi dietetici ipocalorici.

Dolicocefalia

Condizione caratterizzata da forma stretta e allungata della scatola cranica. Può essere fisiologica o manifestarsi in conseguenza del parto: in questo caso, si normalizza spontaneamente nei giorni successivi.

Dolore

Sensazione di sofferenza più o meno intensa, di origine sia fisica che psichica. Nel primo caso è dovuta alla sollecitazione di particolari terminazioni nervose oppure all'irritazione dei nervi sensoriali. Spesso insorge con funzioni protettive e di allarme, per esempio quando la pelle entra a contatto con una superficie rovente. In presenza di dolore molto intenso, l'organismo innesca una serie di reazioni neurovegetative che sfociano in sudorazione intensa, sensazione di mancamento, pallore cutaneo e crollo della pressione arteriosa, che può portare anche allo svenimento. Il meccanismo del dolore nasce dalla stimolazione di appositi recettori, cui segue la liberazione di sostanze chimiche che agiscono sulle terminazioni nervose. Lo stimolo viene quindi trasportato attraverso fibre nervose al midollo spinale e, da qui, alle aree cerebrali deputate alla percezione sensoriale e alla trasformazione della percezione fisica in manifestazione emotiva.

Dolore addominale

Non è di per sé una patologia, ma può comparire come sintomo di numerose malattie. Un dolore addominale che non scompare spontaneamente in breve tempo va sempre riferito al medico: meglio evitare di assumere farmaci non prescritti, che possono ritardare la diagnosi della patologia che ne è causa.

Dolore toracico

Una fitta localizzata al torace è un sintomo molto frequente che richiede una corretta interpretazione, in quanto può essere correlato a patologie banali ma anche gravi per le quali è necessario un rapido intervento. In caso di dolore toracico acuto di prima insorgenza è necessario sottoporsi subito a visita medica ed eventualmente a ECG prima che il dolore stesso sia scomparso.

Domperidone

Farmaco in grado di regolare la motilità dell'apparato gastrointestinale, somministrato nel trattamento di disturbi digestivi e nella terapia sintomatica di nausea e vomito.

Donatore

Il termine donatore si applica a un individuo che mette a disposizione di un altro (genericamente detto ricevente) una parte del proprio corpo, per esempio sangue, cellulle, tessuti e anche organi. Sangue, cellule e tessuti possono essere donati da soggetti viventi, mentre per quello che riguarda gli organi il prelievo avviene dopo il decesso o in presenza di morte cerebrale e viene effettuato ai fini di un trapianto. Chiunque può decidere di essere donatore e la legislazione italiana dispone che il soggetto manifesti il proprio consenso utilizzando il tesserino inviato dal ministero della Salute oppure compilando una dichiarazione di volontà.

Donepezil

Farmaco utilizzato nel trattamento della malattia di Alzheimer in fase moderata o lieve.

Dopamina

Molecola che funziona da mediatore chimico all'interno del sistema nervoso (neurotrasmettitore): la sua ridotta presenza in alcuni nuclei del cervello è messa in relazione con il morbo di Parkinson.

Doping

Il termine doping deriva dall'inglese to dope (drogare) ed è entrato nell'uso comune per indicare l'uso di sostanze stimolanti capaci di aumentare il rendimento psicofisico di un soggetto, in particolare in ambito sportivo. è una pratica illegale ed è proibita da leggi nazionali e internazionali.

Pages