Progetto N.U.R.S.E.: “L’evoluzione dei modelli organizzativi e del sistema dei ruoli nelle Aziende Sanitarie”

N.U.R.S.E. (Nuovi Ruoli Servizi sanitari Essenziali), è un progetto sostenuto da Fondazione Pfizer e realizzato da Ce.Ri.S.Ma.S (Centro di Ricerche e Studi in Management Sanitario), in collaborazione con il Policlinico Universitario “Agostino Gemelli”, l’AUSL di Parma e l’Istituto Europeo di Oncologia.

Due gli obiettivi: la tutela dell’accesso alle cure da parte dei pazienti e l’identificazione di nuovi ruoli per il personale infermieristico sia in ambito ospedaliero che territoriale.

Lo studio, che ha coinvolto oltre 100 operatori, ha analizzato 17 ruoli infermieristici emergenti, strategici per l’efficace funzionamento degli attuali modelli organizzativi, caratterizzati dal paradigma della patient centricity, in grado di ridisegnare le relazioni tra medico, infermiere e paziente, in ospedale e sul territorio.

N.U.R.S.E. ha permesso di identificare nuovi ruoli per il personale infermieristico in ambito sia ospedaliero sia territoriale e dunque di incrementare la tutela dell’accesso alle cure da parte dei pazienti, fornendo una risposta concreta alla crescente domanda di efficienza organizzativa.

Gli 8 ruoli emersi nel contesto territoriale sono i “facilitatori di percorsi” (“care manager” della casa della salute grande, “care manager” della casa della salute piccola e “case manager” delle dimissioni complesse); i “coordinatori” (coordinatore del nucleo di cure primarie e coordinatore del centro della salute mentale); i “ruoli professionali” (infermieri del territorio afferenti alla casa della salute grande, alla casa della salute piccola e al centro di salute mentale).

Per quanto riguarda il contesto ospedaliero sono stati individuati e “disegnati” 9 profili di ruolo: il bed manager, colui che gestisce i trasferimenti dall’emergenza all’interno dei reparti, il case manager, incaricato di gestire il flusso dei pazienti ricoverati verso le strutture territoriali, il care manager, che guida il paziente nel percorso di cura, il manager della pre-ospedalizzazione, il manager di piattaforma, l’infermiere di area critica, l’infermiere consulente, l’infermiere fisioterapista, l’infermiere ostetrico/a.

La presentazione dello studio ha avuto luogo a Roma il 19 febbraio 2015 presso il Polo Universitario “Giovanni XXIII” dell’Università Cattolica.