Home Page Mappa del Sito cerca:
 
 
 
Antinfiammatori

Farmaci utilizzati nel trattamento dei processi infiammatori a carico di diversi organi. La maggior parte di questi farmaci può anche esplicare una funzione antipiretica e antidolorifica. Il meccanismo d'azione su cui si basano è volto a inibire la sintesi delle prostaglandine, i mediatori dell'infiammazione. Gli antinfiammatori si dividono principalmente in due classi: steroidei e non steroidei (FANS). Gli antinfiammatori steroidei derivano dal cortisone e sono molto efficaci nel trattamento di patologie infiammatorie croniche, come l'artrite reumatoide, l'asma o la colite ulcerosa, ma anche nel caso di episodi acuti molto forti. L'uso di questi farmaci, specialmente se prolungato, può comportare effetti collaterali anche gravi come ipertensione arteriosa, diabete, osteoporosi e ulcera peptica. Tra gli antinfiammatori steroidei più comunemente utilizzati ci sono il prednisone, il metilprednisolone e il betametasone. I FANS hanno un effetto farmacologico inferiore rispetto agli antinfiammatori steroidei, ma hanno anche minori effetti collaterali. Tuttavia questi farmaci sono controindicati in caso di ulcera peptica, patologie epatiche, trattamento con anticoagulanti. Tra i FANS i più comuni ci sono l'acido acetilsalicilico, il nimesulide, il ketoprofene.

 
<<< Torna Indietro
 
Stampa  Stampa Articolo


 
 
diminuisci testo aumenta